This is not the document you are looking for? Use the search form below to find more!

Report home > History

La Scuola di mistica fascista - Una pagina poco nota del Fascismo

0.00 (0 votes)
Document Description
An article about the "Scuola di mistica fascista"
File Details
  • Added: November, 14th 2010
  • Reads: 1073
  • Downloads: 22
  • File size: 97.56kb
  • Pages: 2
  • Tags: fascism, mistica, evola
  • content preview
Submitter
  • Name: Andrea Niccolo Strummiello
Embed Code:

Add New Comment




Content Preview
Maggio 2008
IL BORGHESE
73
LIBRI NUOVI E VECCHI
LA SCUOLA DI MISTICA FASCISTA
rio. La SMF divenne così, nel raccon-
to di Zangrandi, quasi una «fronda»
del regime: una sorta di gruppo d’in-
sofferenti alla cerimonialità bizantina
UNA PAGINA POCO del regime, e della sua retorica trop-
po retorica. A suo modo di vedere, il
Fascismo allevò la propria élite senza
nota del Fascismo
accorgersi che questa era, invece,
composta di tanti potenziali antifasci-
sti. Peccato soltanto che gli elementi
di ANDREA NICCOLÒ STRUMMIELLO
più validi di questa morirono tutti al
fronte: e che proprio in ragione della
QUANDO si parla di «fascismo» si
sta consegna: «Ho concesso che vi
guerra, la Scuola interruppe le sue
pensa che tutto è già stato detto, e
fossero decine di scuole di prepara-
attività in quanto il suo organico era
raccontato. Effettivamente questo è
zione politica, ma ho voluto una sola
quasi tutto partito volontario al fron-
ciò che si dovrebbe pensare guardan-
Scuola di Mistica. […] La mistica è
te.
do la sterminata, numericamente in-
più del partito, è un ordine».
Di questa impostazione sono in-
calcolabile, bibliografia sul tema. A
È nell’Aprile del 1930 che Nicco-
farcite altre due opere inerenti l’espe-
ben vedere, infatti, lo si è indagato
lò Giani fonda a Milano, insieme ad
rienza della SMF: La scuola dei ge-
sotto ogni punta di vista: sociale,
un gruppo di giovani in prevalenza
rarchi (3) di Daniele Marchesini, e
psicologico, economico, culturale,
universitari appartenenti ai Guf, la
Gli eroi di Mussolini (4) di Aldo
etc.; lo si è analizzato in tutte le sue
Scuola di Mistica Fascista. La Scuola
Grandi, che proprio di Zangrandi è
sfaccettature: di sinistra e conservato-
prese il nome da Sandro Italico Mus-
un discepolo. Fra le due, paradossal-
re, monarchico e repubblicano, anti-
solini, figlio di Arnaldo Mussolini,
mente, quella che meno rimane im-
clericale e filo-papale…Insomma del
prematuramente scomparso. Arnaldo
brigliata nella strumentale interpreta-
fascismo è stato detto tutto: peccato,
Mussolini, alter-ego del fratello Be-
zione di Zangrandi è proprio quella
però, che il più delle volte sia stato
nito, fu l’ispiratore di questo gruppo
di Grandi. Infatti, è da questa opera
fatto male. Ma è stato veramente
di giovani e giovanissimi, assumendo
in poi che emerge, preponderante, la
detto tutto?
in breve tempo un ruolo centrale per
figura di Niccolò Giani. Qui sta il
Un capitolo del Ventennio ancora
lo sviluppo della Scuola stessa. U-
vero paradosso: colui il quale fu la
poco indagato è, invece, quello della
n’importante contributo le fu dato dal
più straordinaria figura della SMF,
Scuola di Mistica Fascista «Sandro
discorso intitolato Coscienza e dove-
era rimasto fino a quel momento in
Italico Mussolini». Per spiegarla in
re (1), pronunciato proprio da Arnal-
secondo piano e scarsamente indaga-
poche parole, basterebbe rifarsi a
do per l’inaugurazione dell’attività
to. La figura di Giani, infatti, dimo-
quella frase di Mussolini, ove dice
del terzo anno di questa. Con questo,
strava in maniera inequivocabile la
che ogni rivoluzione si compone di
Arnaldo fornì ai «mistici» una sorta
vera natura di quell’esperienza: il suo
tre momenti: «Si comincia con la
di manifesto su cui edificare i precetti
essere una vera e propria scuola spiri-
Mistica, si continua con la politica, si
della Scuola.
tuale che - parafrasando l’esperienza
finisce nell’amministrazione». Pro-
Paradossalmente, i «mistici» del
dei mistici romeni di Corneliu Codre-
prio per evitare che il Fascismo dive-
fascismo, i campioni dell’ortodossia
anu - faceva entrare uomini, per farne
nisse mera burocrazia statolatra, la
mussoliniana, nonché custodi ufficia-
uscire eroi. Non a caso, Grandi ha
Scuola volle essere il centro, il custo-
li dell’autentica rivoluzione fascista,
parlato proprio di «eroi» di Mussoli-
de, di quel momento originario e
sono stati i meno studiati dalla cultu-
ni: non di ossessi fondamentalisti
puro di fondazione della rivoluzione
ra ufficiale. Forse ciò non fu fatto a
politico-religiosi.
fascista. Volle essere rivoluzione
caso: in primis per il fatto che in mol-
Molto più recente è, invece, l’o-
permanente: volle essere l’aspetto più
ti, formatisi proprio nella Scuola, si
pera di Tomas Carini dedicata all’e-
intransigente, e allo stesso tempo
ritrovarono dopo il 1945 tra le fila
sperienza della SMF. In essa - Nicco-
ortodosso, del Fascismo.
dell’antifascismo. Basterebbe citare
lò Giani e la Scuola di Mistica Fasci-
La Scuola nacque pertanto con il
un nome: quello di Ruggero Zan-
sta (5) - il passo in avanti è stato si-
palese proposito di diffondere i prin-
grandi. Fu proprio lui nel lontano
curamente notevole, anche se c’è da
cìpi informatori della «Mistica Fasci-
1963 a pubblicare Il lungo viaggio
dire che ancora molto resta da scrive-
sta» e la loro concreta attuazione:
attraverso il fascismo (2) ove l’espe-
re. L’opera, elaborata anche e soprat-
non era, infatti, alla bella retorica
rienza della Scuola di Mistica Fasci-
tutto su precedenti scritti apparsi
tipica della seconda fase del Regime
sta (SMF), venne riletta in chiave del
qualche anno fa, ha il merito di evi-
che questi giovani guardavano, bensì
tutto personale e giustificazionista.
denziare un legame sul quale la cul-
al recupero di quello spirito genuino,
Zangrandi interpretò la cosa in ma-
tura ufficiale non era ancora arrivata,
gregario ed eroico, che aveva infor-
niera del tutto calzante alla sua evi-
ma che a livello di cultura di destra si
mato la rivoluzione fascista, a cui
dentemente troppo ambigua figura di
era già evidenziato da anni: ovvero il
non mancarono mai di ispirarsi. E fu
neocomunista, ex mistico del Fasci-
legame della SMF con una delle figu-
lo stesso Mussolini a legittimare que-
smo più intransigente e rivoluziona-
re più straordinarie, ed al tempo stes-

74 IL BORGHESE
Febbraio 2010
so incomprese, del Ventennio: Julius
Julius Evola, Ruggero Zangrandi,
Evola. Il volume del Carini, che inda-
Gastone Silvano Spinetti, Pasquale
ga finalmente a tutto tondo la figura
Pennisi e tanti altri. Ad ogni modo, la
SCHEDE
di Giani, chiarisce un po’ meglio
maggior parte di questi - per opportu-
quale peso ebbe Evola nell’esperien-
nità, o per sincera redenzione - fini-
za della Scuola. Un peso oltremodo
rono i loro giorni soprattutto tra le
BERNARDINO VITTORINI
significativo se si pensa che quest’ul-
fila del Pci: abilissimo con Togliatti
Il contadino dell’Aterno
timo, docente della Scuola e collabo-
ad aprire le porte ai fascisti più in-
Pagine Editore, 166 pp, € 14,00
ratore della rivista ufficiale di questa,
transigenti.
stava indirizzandone i responsabili su
Oggi di Scuola di Mistica Fasci-
Il contadino dell’Aterno, raccolta
posizioni sempre più chiaramente
sta si è tornati a parlare, soprattutto a
di poesie e racconti di Bernardino
vicine alla sua idea di «Tradizione».
destra. I molti convegni ed articoli
Vittorini, che esordisce a 83 anni, è il
Dall’opposizione all’idealismo di
sul tema in questo inizio di 2010 dan-
libro di un erudito che parla anche
marca gentiliana, alle posizioni sem-
no già il senso di quanto forte e viva
agli illetterati. Chi vorrà trovargli un
pre più spirituali in tema di razzismo,
sia l’esperienza dei «mistici» per le
difetto, dirà probabilmente che usa
è evidente come l’influsso del barone
nuove generazioni: siano essi mili-
un linguaggio fin troppo diretto, poco
fosse evidente. Forse proprio perché
tanti del terzo millennio o semplici
adatto alla nostra tradizione lettera-
lui del Fascismo non volle accettare
studiosi finalmente accortisi di que-
ria. Pur essendo una persona molto
mai gli onori, che pure avrebbe potu-
sto straordinario capitolo della storia
erudita, l’autore è ossessionato dal
to avere, né quell’aspetto troppo reto-
d’Italia. Settant’anni dopo, è forse
bisogno di essere comprensibile. Si
rico e ciarliero, poté trovare una
giunto il momento di indagarlo vera-
capisce che per lui la cultura ha valo-
sponda in questi giovani. Trasgressi-
mente.
re solo se la si può divulgare. Come
vi ed ortodossi allo stesso tempo,
il contadino del titolo vuole essere
questi giovani trovarono in Evola un
Note:
capace, parole sue, di dire «pane al
sicuro punto di riferimento. Anche se
(1) A. Mussolini, Coscienza e
pane e vino al vino». Lo notiamo nel
dei passaggi importanti, per chiarire
dovere, Ass. Cult. Raido, 2007.
componimento Omaggio alla santa
questo legame, non vengono citati
(2) R. Zangrandi, Il lungo viaggio
tradizione, una sorta di lettera in rima
dal Carini: ad esempio non viene
attraverso il fascismo, Feltrinelli,
che l’autore indirizzò al cardinale
detto che Evola aveva indicato al
1963.
Giacomo Biffi una decina di anni fa.
Regime la SMF quale referente italia-
(3) D. Marchesini, La scuola dei
A muovere l’autore fu la notizia che
no per un progetto di rivista italo-
gerarchi. Mistica fascista: storia,
il programma del congresso eucaristi-
tedesca su cui Berlino e Roma molto
problemi, istituzioni, Feltrinelli, 1976
co nazionale di Bologna prevedeva
avevano puntato (6).
(4) A. Grandi, Gli eroi di Musso-
un concerto di musica rock. Contra-
Quello che però c’è di assoluta-
lini. Niccolò Giani e la Scuola di
riato da questa contaminazione scris-
mente coerente tra tutte le opere cita-
mistica fascista, Rizzoli (Edizioni
se un elogio della musica sacra e
te sulla SMF è la continua presa di
BUR), 2004
dell’organo, che «con le canne sue
distanza da parte degli autori nel par-
(5) T. Carini, Niccolò Giani e la
possenti/ scuoterà tutte le genti»,
larne: come se soltanto citandola si
Scuola di Mistica Fascista, Mursia,
confessando poi che «senza musica e
potesse venire tacciati di «fascismo»
2009.
latino/ io mi sento assai meschino».
o di «razzismo», o peggio, esserne
(6) Cfr. J. Evola, Carattere, Il
Ma è tutta la vita della Chiesa,
giudicati sostenitori.
Cinabro, 1998.
dall’azione riformatrice di Giovanni
L’avventura della Scuola finì,
XXIII in poi, a essere passata in ras-
praticamente, in coincidenza della
segna dallo sguardo poetico dell’au-
morte di Niccolò Giani, caduto sul
tore. Così leggiamo una condanna
fronte albanese il 14 marzo 1941,
delle correnti modernizzatrici che
dopo che anche altri esponenti, come
negli anni Settanta trovarono spazio
Guido Pallotta, erano morti al fronte.
ovunque nella Chiesa, significativa-
La dipartita di quello che era stato,
mente chiamate Fumo nel tempio. A
subito dopo Arnaldo Mussolini, la
questa passione del clero per ideolo-
figura simbolo della SMF, determinò
gie e sociologie l’autore oppone, in
la fine di quell’esperienza. Ma anche
molti altri componimenti, la fede
se l’attività di questa si concluse,
delle persone semplici, liberata da
ancora nel 1945 uscì un ultimo nu-
ogni tentazione folcloristica. Così un
mero di Dottrina Fascista, l’organo
componimento dedicato all’affresco
ufficiale della Scuola, anche se gli
della Madonna del Rosario diventa lo
eventi bellici volgevano ormai al
spunto per elogiare la forma di devo-
termine.
zione più antica e radicata della no-
Conclusa la guerra gli «eroi di
stra cultura, il rosario appunto. La
Mussolini» si ritrovarono soli, senza
preghiera, ricorda l’autore, non è
la loro guida e riferimento supremo.
certo un passatempo da bigotte, ma
Molti di loro, a riprova di quale forza
un insegnamento di Gesù, che diceva
creatrice fu stimolata nella Scuola,
«Quando sarete riuniti in mio nome/
divennero però importanti nomi della
Io sarò con voi a benedirvi».
cultura post-bellica: Nino Tripodi,
NICCOLÒ GIANI
Accanto a queste riflessioni reli-

Download
La Scuola di mistica fascista - Una pagina poco nota del Fascismo

 

 

Your download will begin in a moment.
If it doesn't, click here to try again.

Share La Scuola di mistica fascista - Una pagina poco nota del Fascismo to:

Insert your wordpress URL:

example:

http://myblog.wordpress.com/
or
http://myblog.com/

Share La Scuola di mistica fascista - Una pagina poco nota del Fascismo as:

From:

To:

Share La Scuola di mistica fascista - Una pagina poco nota del Fascismo.

Enter two words as shown below. If you cannot read the words, click the refresh icon.

loading

Share La Scuola di mistica fascista - Una pagina poco nota del Fascismo as:

Copy html code above and paste to your web page.

loading