This is not the document you are looking for? Use the search form below to find more!

Report home > Others

Progetto Educativo

0.00 (0 votes)
Document Description
scuola privata per l'infanzia
File Details
  • Added: October, 04th 2012
  • Reads: 178
  • Downloads: 0
  • File size: 209.88kb
  • Pages: 16
  • Tags: scuola per infanzia, scuola materna, asilo nido
  • content preview
Submitter
Embed Code:

Add New Comment




Related Documents

ADR Studio: la filosofia di progetto.

by: luca zigrino, 1 pages

ADR Studio: la filosofia di progetto.

Progetto Comune - Programma elettorale

by: Paolo Tilotta, 8 pages

Lista Progetto Comune - Programma delle elezioni amministrative Casale Litta 2011

Flavio Cattaneo: Energia e sviluppo al centro di un convegno alla Bocconi, per il progetto Kami di Terna

by: phinet, 2 pages

Best practice di partnership strategiche e innovative in campo energetico è il progetto di elettrificazione di Terna a Kami, un distretto minerario boliviano posto a 4.000 metri di altitudine, ...

graduatoria progetto: laboratori infanzia 2011

by: pasquino il ciabattino, 4 pages

graduatoria progetto : laboratori d'infanzia 2011

Progetto Rocca - Politecnico e Mit

by: darkgirl, 2 pages

Articolo sui dottorandi del Politecnico vincitori delle borse di studio per studiare al Mit

progetto idea pd

by: progetto idea pd, 21 pages

Progetto/idea per un nuovo PD

Linee Guida Aggiornate - Progetto 2010/2011

by: Luca Rodazzo, 5 pages

Linee guida aggiornate del progetto per Novembre 2010 - Marzo 2011.

ECO DI BG - Presentazione progetto isolotto

by: Carlo, 1 pages

articolo sulla presentazione del progetto sull'isolotto fatto dai comitati civici.

Laboratorio di Progettazione Architettonica 1E - 2010 - Fascicolo Area Progetto

by: valentina, 6 pages

Laboratorio di Progettazione Architettonica 1E - 2010 - Fascicolo Area Progetto

Flavio Cattaneo - Linea elettrica Volterra approvato dal Ministero dello Sviluppo Economico il progetto di Terna

by: phinet, 2 pages

Doppio allacciamento della cabina primaria alla rete, approvato dal Ministero dello Sviluppo Economico il progetto di Terna, guidata dall’AD Flavio Cattaneo. L’intervento prevede la ...

Content Preview
COOP. SOC. IL GIRASOLE CENTRO PSICO- PEDAGOGICO

SCUOLA DELL'INFANZIA "IL GIRASOLE"
Via Circonvallazione, 86/b 90046- Monreale
Tel./Fax: 0916402853

Aderente alla FISM (Federazione Italiana Scuole Materne)




Progetto educativo-didattico
A.S. 2012/2013

PREMESSA

"La scuola dell' infanzia e un ambiente educativo di esperienze concrete e di
apprendimenti riflessivi che integra, in un processo di sviluppo unitario, le differenti
forme del fare, del sentire, del pensare, dell'agire relazionale, dell'esprimere, del
comunicare, del gustare il bello e del conferire senso da parte dei bambini".
Partendo da questo presupposto enunciato dalle Indicazioni Nazionali, la scuola
materna "IL GIRASOLE" pone le basi dell'intera attivita educativa sulla centralita
della persona e sulla sua formazione integrale, in armonia con i principi della
Costituzione e riconoscendo e riaffermando, cosi come nella Dichiarazione dei diritti
del bambino, i diritti di uguaglianza, di imparzialita, di accoglienza, di integrazione, di
scelta e partecipazione.

FINALITA'

L'azione educativa della scuola materna "IL GIRASOLE" mira allo sviluppo completo,
individuale di ciascun bambino in riferimento alle sue capacita e potenzialita,
favorendo il gioco come risorsa privilegiata di apprendimenti e relazioni e
promuovendo la socializzazione, l'amicizia, la collaborazione come fonti di motivazione,
maturazione sociale e cognitiva.

Perche cio possa realizzarsi e indispensabile che ogni bimbo trovi un clima
affettivamente caldo, ricco di valori e di proposte, pedagogicamente adatto e
rispettoso delle caratteristiche dei bambini. Fondamentali sono, percio, la passione e
la competenza professionale delle insegnanti, vissuta sia nei confronti degli alunni e
delle loro famiglie che all'interno del collegio dei docenti.

P.I. 04672070820

OBIETTIVI FORMATIVI

La scuola materna sostanzialmente tende al conseguimento di tre obiettivi generali di
apprendimento:
- maturazione dell'identita personale
- conquista dell'autonomia
- sviluppo delle competenze

Per il raggiungimento degli Obiettivi Formativi le insegnanti programmano delle Unita
di Apprendimento che si possono raggruppare in sei aree e che concorrono allo
sviluppo degli Obiettivi Specifici:

CAMPI D'ESPERIENZA
- il se e l'altro
- il corpo e il movimento
- i discorsi e le parole
- messaggi e forme di comunicazione
- lo spazio, l'ordine e la misura
- le cose, il tempo e la natura

Ogni Unita di Apprendimento comprende, inoltre:

- Sussidio di strumenti tecnici: audiovisivi, CD, computer........
- Forme laboratoriali

METODI

Anche rispetto ai metodi ci si avvale delle indicazioni presenti negli orientamenti,
tenendo conto delle tappe evolutive dei bambini, basandosi su:
- Valorizzazione del gioco
- Esplorazione e ricerca
- Vita di relazione
- Mediazione didattica
- Osservazione
- Progettazione
- Verifica
- Documentazione

Altro strumento, di cui la scuola materna "IL GIRASOLE" si avvale per dare
efficacia all'intervento educativo, per poi condividerlo con le famiglie, e favorire la
continuita educativa con la scuola primaria, e la compilazione di schede o griglie di
valutazione sulle competenze individuali conseguite, in merito ai percorsi seguiti ed

- 2

agli obiettivi prefissati ed a una documentazione regolare e significativa, composta
dagli elaborati richiesti o spontanei dei bambini

PROGETTO ACCOGLIENZA

I primi giorni di scuola rappresentano un momento delicato sia per i bimbi che per
i genitori. La scuola si propone di rendere questo momento il piu sereno possibile,
in modo da facilitare il distacco, creando un clima di familiarita, amicizia e gioia
all'interno della sezione, con gli altri bambini e con l'intero personale scolastico. Le
attivita proposte mireranno a stabilire buone relazioni tra scuola e famiglia,
mettendo in atto una serie di strategie che prevedono:
- durante la settimana delle iscrizioni e possibile visitare la scuola e prendere
visione delle attivita che in esse si svolgono
- assemblea informativa nel mese di Settembre sulle modalita d'inserimento
- orario ridotto per la prima settimana di frequenza per tutti i bambini
- riunione fra genitori della medesima sezione con le docenti, quale momento di
confronto, socializzazione, condivisione e verifica
- colloqui individuali
- coinvolgimento alla partecipazione attiva dei genitori in tutte le occasioni di
festa organizzate dalla scuola
- invito dei nuovi iscritti alla festa della famiglia che si terra a fine anno
scolastico.

UNITA DI APPRENDIMENTO


UNITA' N.1: DEFINIZIONE E INTERIORIZZAZIONE DELLE REGOLE ( per
i bimbi della sez. A e B)

L'ingresso alla scuola dell'infanzia rappresenta per ogni bambino un momento molto
importante. Le emozioni, le paure, che il bambino dovra superare sono di varia
natura: alcune sono legate al distacco dai genitori, altre alla capacita di rapportarsi
con i coetanei e con gli adulti di riferimento, o anche, semplicemente paure legate
alla necessita del dover contare sulle proprie capacita.
Da qui l'esigenza di intraprendere un percorso educativo che ha come obiettivo
quello di facilitare il passaggio dall'ambiente familiare a quello scolastico
attraverso una serie di proposte di esplorazione e ludiche.

OBIETTIVO FORMATIVO:
- Conoscere gli altri bambini e accettare di condividere l'esperienza
- Ascoltare i compagni e rispettare i turni di intervento
- Condividere oggetti e giocattoli
- Giocare in modo non aggressivo

- 3

- Rispettare gli spazi e gli ambienti della scuola
- Utilizzare in modo appropriato gli oggetti, i giochi e i vari materiali scolastici
- Relazionarsi in maniera adeguata con le insegnanti, la famiglia e gli adulti
conosciuti dai bambini.

ATTIVITA'
- Racconti e storie
- Conversazione guidata
- Stesura delle regole fondamentali
- Realizzazioni di cartelloni, elaborati, schede operative
- Giochi

TEMPI: Settembre

UNITA' N. 2: STAGIONI ( per i bimbi della sez. A e B )

La scelta nello sviluppare l'U A "le stagioni" deriva dalla necessita di far
comprendere meglio al bambino la successione temporale. Infatti i mutamenti
stagionali favoriscono la percezione del tempo ed aiutano i bimbi a sviluppare tante
competenze relative ai diversi campi di esperienza, quali la comunicazione, la
pianificazione delle attivita, l'esplorazione e la ricerca nell'ambiente naturale,
imparando ad amare le bellezze naturali nei diversi aspetti.

OBIETTIVO FORMATIVO
- Percepire il cambiamento dell'ambiente naturale attraverso il susseguirsi delle
stagioni e scoprirne le caratteristiche di ognuna
- Sviluppare la curiosita , la ricerca e la scoperta nei confronti di alcuni fenomeni
della realta naturale e non
- Individuare i frutti di stagione
- Riconoscere gli animali e i loro habitat
- Sperimentare la differenza di temperatura e giustificare il cambio
dell'abbigliamento.
- Esprimersi attraverso il disegno, la pittura e le altre attivita manipolative
- Acquisire la terminologia specifica in relazione al progetto

ATTIVITA'
- Raccolta di materiale vario che identifichi le varie stagioni
- Narrazione e comprensione di racconti relative alle stagioni
- Realizzazione di cartelloni, elaborati e schede operative
- Memorizzazione di filastrocche e poesie
- Giochi di animazione
- Drammatizzazioni

- 4


TEMPI: Durante tutto l'anno scolastico, seguendo l'ordine delle stagioni.

UNITA' N.3 : HALLOWEEN ( per i bimbi della sez.A e B )

La festa di Halloween e diventata la festa del " burlarsi" delle paure. Le paure,
infatti, cosi frequenti nei bambini (paure del buio, degli animali, della morte, del
distacco dalla mamma...), possono ostacolare le relazioni con i compagni e con la
realta, lo sviluppo della fiducia e della sicurezza, la maturazione dell'identita e lo
sviluppo delle competenze.

OBIETTIVO FORMATIVO
- Saper esprimere le proprie paure ed esorcizzarle con l'aiuto del gruppo sezione
- Accettare la paura come un sentimento facente parte di se, imparando a
gestirla per una migliore maturazione della propria identita personale

ATTIVITA'
- Narrazione di storie legate alla festa di Halloween
- Realizzazione di cartelloni, decorazioni, elaborati e schede operative
- Realizzazione di una simpatica festicciola con il coinvolgimento dei genitori
- Travestimenti

TEMPI: OTTOBRE

UNITA' N.4 : NATALE ( per i bimbi della sez. A e B )

Il mese di Dicembre la scuola si trasforma in un laboratorio finalizzato alla
celebrazione della piu amata festa liturgica cristiana, una festa profondamente
radicata nella cultura, nella vita di tutti. I bambini vivono intensamente, con
spiccata sensibilita, gli avvenimenti. E' a questa sensibilita, alla interiorita, ai
sentimenti che dobbiamo ispirare il nostro percorso di lavoro. Il Natale e la festa
piu ricca di messaggi autentici, che possono essere facilmente colti dai bambini che
vengono guidati a comprenderne il significato attraverso narrazioni ,
drammatizzazioni, canti e poesie.

OBIETTIVO FORMATIVO
- Vivere l'atmosfera del Natale, prendendo coscienza del messaggio d'amore, di
pace e fratellanza
- Cogliere il senso del dono come segno di affetto e di riconoscenza, diventando
protagonisti e ideatori della sua realizzazione
- Riconoscere e verbalizzare messaggi e simboli del Natale


- 5

ATTIVITA'
- Narrazione di storie legate al tema natalizio
- Racconto della nascita di Gesu
- Memorizzazione di canti, poesie e filastrocche
- Realizzazione di decorazioni natalizie e dei simboli tipici (Presepe, Albero,
Doni)
- Realizzazione dei dolci tipici natalizi
- Drammatizzazione di una storia natalizia
- Organizzazione e partecipazione alla festicciola di Natale con il coinvolgimento
dei genitori

TEMPI: Novembre-Dicembre

UNITA' N. 5 : CARNEVALE ( per i bimbi della sez.A e B )

Il Carnevale e la festa per eccellenza del divertimento, dell'allegria e della
serenita e offre al bimbo diverse opportunita per esprimere la propria creativita
e acquisire competenze dal punto di vista grafico-pittorico, manipolativo, mimico-
gestuale..., favorendo, inoltre, l'immaginazione.

OBIETTIVI FORMATIVI
- Vivere in modo personale e positivo tutti gli eventi legati al periodo del
Carnevale
- Favorire lo sviluppo della fantasia e creativita di ogni bambino attraverso l'uso
del travestimento e il mascherarsi
- Favorire la socializzazione attraverso lo svolgimento di
una divertente festicciola con il coinvolgimento dei genitori

ATTIVITA'
- Preparazione di festoni e maschere per rallegrare la scuola
- Ascoltare e comprendere storie relative al Carnevale
- Imparare canti, filastrocche e poesie
- Preparazione di allegra festicciola in maschera
- Realizzazione di dolci tipici carnevaleschi

TEMPI : FEBBRAIO

UNITA' N.6: LA PASQUA ( per i bimbi della sez. A e B )

La Pasqua e festa di pace: tutti i simboli della Pasqua ( la colomba, l'ulivo, la palma,
le campane che suonano a festa...) sono i simboli della pace, della serenita, dei
rapporti fra gli uomini. La festa cristiana della Pasqua e l' occasione per attivare

- 6

strategie di intervento finalizzate alla riflessione, alla comprensione, alla
sperimentazione dei valori della pace, della solidarieta, della condivisione,
dell'amore e del perdono.

OBIETTIVI FORMATIVI
- Percepire il valore della festa di Pasqua e i suoi messaggi di pace e fratellanza
- Cogliere la simbologia degli elementi pasquali
- Promuovere esperienze significative di solidarieta e amicizia
- Sperimentare il rispetto per l'altro e per le diversita
- Collaborare con gli altri per un obiettivo comune

ATTIVITA':
- Ascoltare e comprendere le storie sulla Passione e Resurrezione di Gesu
- Memorizzazione di poesie, filastrocche e canti pasquali.
- Realizzazione di decorazioni e di un lavoretto per la festa di Pasqua.
- Organizzazione di una iniziativa a scopo benefico


TEMPI: MARZO- APRILE

UNITA' N.7 : LA FAMIGLIA (per i bimbi della sez. A e B )

Parlare delle relazioni familiari, dei rapporti che intercorrono tra il bambino e le
figure di riferimento piu rilevanti e fondamentale per lo sviluppo affettivo ed
emotivo del bambino. Le dinamiche familiari sono spesso la causa dei suoi
comportamenti particolari, per cui, conoscerle ci permette di capirlo e aiutarlo.

OBIETTIVI FORMATIVI
- Far comprendere l'importanza dei legami affettivi familiari
- Accrescere il senso di appartenenza alla famiglia e alla comunita
- Sviluppare l'emotivita e l'affettivita
- Aiutare il bambino a prendere coscienza della propria identita
- Far acquisire sicurezza e autostima
- Favorire l'espressione dei sentimenti
- Sviluppare la curiosita, la ricerca e la scoperta nei confronti delle attivita degli
adulti

ATTIVITA'
- Ascoltare, recitare storie e poesie
- Cantare canzoncine sulla famiglia e muoversi a suon di musica
- Realizzare lavoretti per la festa della mamma e del papa e dei nonni
- Organizzare festicciole e merende dedicate al papa e alla mamma

- 7

- Organizzare attivita didattiche e di laboratorio con il coinvolgimento dei
genitori
- Organizzare una grande festa serale dedicata alla famiglia, coinvolgendo anche
gli zii e i nonni dei bimbi

TEMPI: Da Settembre a Giugno

UNITA' N. 8: IL CORPO UMANO (per i bimbi della sez. A e B )

Tutti i bimbi sono interessati alla conoscenza del proprio corpo, perche li
coinvolge in prima persona e rappresenta lo strumento che li porta alla relazione
con il mondo, con il loro mondo interiore e con il mondo esteriore. La conoscenza
di se costituisce anche il pilastro su cui costruire l'immagine di se , l'autostima,
maturare l'identita e conquistare l'autonomia, finalita primarie allo sviluppo delle
competenze, altra finalita che non puo avvenire senza una conoscenza del proprio
corpo. Il nostro percorso sul corpo inizia ( con i bimbi dai della sez.B, tre-
quattro anni ) con l'esplorazione e la classificazione di cio che percepiamo
attraverso i cinque sensi: gli strumenti che ci permettono di entrare in contatto
con il mondo.
Il progetto prevede poi l'identificazione dello schema corporeo, cui si arriva
attraverso l'osservazione, il gioco motorio e le attivita individuali.
Infine, dopo aver eseguito una serie di esperienze che gli consentano una buona
conoscenza delle principali parti del corpo e dei cinque sensi, presenteremo ( ai
bimbi della sez.A, quattro-cinque anni) il corpo in maniera piu approfondita,
illustrando e descrivendo cio che sta dentro il nostro corpo e le funzioni degli
organi interni.

OBIETTIVI FORMATIVI DEL PROGETTO (SEZ.B)
- Prendere coscienza del proprio se corporeo inteso come una delle espressioni
della propria personalita
- Conoscere le parti del proprio corpo (davanti e dietro)
- Riconoscere le trasformazioni corporee in relazione al trascorrere del tempo
- Sviluppare le capacita senso-percettive
- Cogliere le relazioni fra le parti del corpo e le azioni che compiono
- Cogliere il rapporto causa- effetto nella crescita
- Cogliere la dimensione del tempo nella propria storia
- Mettere in atto strategie motorie in relazione con l'ambiente e con gli oggetti
- Acquisire gli schemi dinamici posturali di base
- Affinare la coordinazione oculo-manuale
- Sviluppare la motricita fine
- Discriminare percettivamente i cinque sensi
- Interiorizzare semplici norme igienico-sanitarie

- 8


OBIETTIVI FORMATIVI DEL PROGETTO (SEZ.A)
- Esplorare, osservare e conoscere la globalita del corpo
- Conoscere la struttura esterna ed interna del corpo
- Conoscere le principali ossa che formano lo scheletro umano
- Conoscere il cuore e il meccanismo della piccola e grande circolazione del
sangue
- Conoscere i polmoni e la funzione della respirazione
- Conoscere l'intero apparato digerente e il viaggio del cibo
- Conoscere l'apparato urinari
- Conoscere l'apparato riproduttivo
- Prendere coscienza del valore del proprio corpo
- Eseguire movimenti su indicazione
- Partecipare a giochi di movimento
- Eseguire percorsi motori
- Coordinare in rapporto a se, allo spazio, agli altri e agli oggetti
- Operare con la lateralita

ATTIVITA'
- Ascoltare e comprendere un testo narrativo sul corpo
- Denominare le parti del corpo
- Attuare esperienze di manipolazione
- Eseguire attivita grafico-pittoriche
- Praticare giochi motori
- Praticare giochi di mimo
- Verbalizzazioni
- Drammatizzazioni
- Lavori di gruppo
- Lavori individuali
- Cartelloni
- Canti e poesie

TEMPI: GENNAIO- FEBBRAIO

UNITA' N.9 : L'ALIMENTAZIONE ( per i bimbi della sez.A e B)

L'Unita relativa all'alimentazione prevede un percorso di esperienze e attivita
attraverso il quale il bambino puo sperimentare, conoscere, interiorizzare la
propria dimensione corporea rispetto al benessere. L'acquisizione di una corretta
educazione alimentare non solo rientra nel piano di un efficace "educazione alla
salute" attraverso la prevenzione, ma prelude soprattutto l'attivazione di un sano
e consapevole stile di vita, nel rispetto del proprio corpo e delle sue relazioni con

- 9

l'ambiente. Una nuova qualita della vita che i bimbi possono raggiungere
attraverso la loro partecipazione attiva ed il loro coinvolgimento in un percorso di
esperienze che li guida ad esplorare le risorse dell'ambiente e ad utilizzarle al
meglio.

OBIETTIVI FORMATIVI ( per i bimbi della sez.A )
- Individuazione, costruzione, utilizzazione di relazioni e classificazioni degli
alimenti
- Riflessione sui percorsi degli alimenti
- Conoscenza del funzionamento di alcune parti del corpo
- Conoscenza dei cibi, delle loro proprieta e della loro funzione
- Conoscenza dei quattro sapori fondamentali: dolce-salato-aspro-amaro
- Descrizione delle sensazioni legate all'alimentazione ( fame, sazieta, piacere,
gioia....)
- Acquisizione delle regole fondamentali dell'alimentazione
- Conoscenza dei momenti della giornata dedicata ai pasti
- Distinzione di atteggiamenti corretti e scorretti a tavola
- Scoperta del piacere nel preparare i cibi
- Acquisizione della capacita fine della manipolazione e nell'uso degli utensili

OBIETTIVI FORMATIVI
( per i bimbi della sez.B)
- Riflettere sulle abitudini alimentari per una crescita sana
- Scoprire gli alimenti piu consumati, durante tutti i momenti dedicati ai pasti, da
noi e dalla nostra famiglia
- Sviluppare la consapevolezza delle proprie abitudini alimentari
- Sperimentare la preparazione di un alimento
- Sperimentare la trasformazione di un prodotto: grano-farina

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
- Esplorare, ricercare, scoprire
- Ascoltare e comprendere semplici messaggi
- Rielaborare le esperienze, utilizzando il linguaggio mimico-gestuale, ritmico,
motorio e musicale


ATTIVITA'
- Comprendere e ascoltare racconti e fiabe sul tema dell'alimentazione
- Memorizzare canti e poesie
- Realizzare cartelloni sulla classificazione degli alimenti (animali e vegetali), sulle
loro proprieta (carboidrati, proteine, vitamine, grassi, sali minerali ..) e sulle
norme di comportamento a tavola
- Realizzare cartelloni sulle catene alimentari

- 10

Download
Progetto Educativo

 

 

Your download will begin in a moment.
If it doesn't, click here to try again.

Share Progetto Educativo to:

Insert your wordpress URL:

example:

http://myblog.wordpress.com/
or
http://myblog.com/

Share Progetto Educativo as:

From:

To:

Share Progetto Educativo.

Enter two words as shown below. If you cannot read the words, click the refresh icon.

loading

Share Progetto Educativo as:

Copy html code above and paste to your web page.

loading